Interrompibilità Gas

Aggiornamento su requisiti e tempistiche per aderire

Informiamo che, con il Decreto Ministeriale del 30 settembre 2020 e con la Delibera dell’Autorità n. 511/20/R/gas del 01/12/2020, sono stati finalmente definiti tutti i parametri che regoleranno il servizio di interrompibilità dei prelievi di gas naturale per il periodo 4 Gennaio – 31 Marzo 2021.
Le caratteristiche che le imprese devono avere per accedere al servizio sono:

  • Essere clienti finali industriali;
  • Essere connessi alla rete di trasporto o alle reti di distribuzione;
  • Essere dotati di adeguati strumenti di verifica diretta, e con cadenza giornaliera, dei consumi di gas naturale.

Le modalità del servizio possono essere due:

  • Tipologia A: preavviso di 24 ore con durata massima di tre giorni lavorativi consecutivi;
  • Tipologia B: preavviso di 48 ore con durata minima di tre giorni consecutivi e massima di 5 giorni lavorativi.

La riduzione dei prelievi di gas non potrà comportare l’aumento del prelievo di energia elettrica o la riduzione delle immissioni.

Si può partecipare al servizio di interrompibilità gas in:

  • Modalità diretta – per clienti finali industriali in grado di mettere a disposizione un quantitativo interrompibile minimo almeno pari a 50.000 Sm3/giorno per singolo sito;
  • Modalità aggregata – per clienti finali industriali in grado ciascuno di mettere a disposizione un quantitativo minimo pari a 5.000 Sm3/giorno per singolo sito (PDR o REMI). I clienti possono quindi partecipare tramite degli Aggregatori (con mandato irrevocabile), che si occuperanno di organizzare il servizio per un quantitativo complessivo almeno pari a 50.000 Sm3/giorno.

Il servizio è remunerato con un corrispettivo fisso e uno variabile: Il corrispettivo fisso può arrivare finoa 6 €/mc/giorno.
I clienti che parteciperanno, in aggiunta alla remunerazione del servizio, saranno esonerati dal pagamento della componente aggiuntiva CRVos (oggi pari a 0,55 c€/Smc), normalmente applicata a tutti i clienti in fattura nei mesi invernali. Ai clienti collegati alla rete di trasporto (diretti) si aggiunge l’esonero dal pagamento del CSt (paria circa 0,1 c€/Smc).

Si specifica inoltre che qualora Snam rilevasse la mancata riduzione della quantità prevista oltre la tolleranza del 5% della quantità offerta, la penale applicata al cliente inadempiente sarà pari a:

  • 2 volte il corrispettivo variabile moltiplicato per la differenza tra il volume interrompibile offerto e il volume effettivamente interrotto (comprensivo delle variazioni di prelievo/immissione di energia elettrica), per ogni giorno di inadempienza;
  • 1,5 volte il corrispettivo fisso moltiplicato per il valore massimo di differenza tra il volume offerto e il volume effettivamente interrotto nei giorni di attivazione del servizio.

Purtroppo le tempistiche di adesione sono molto strette in quanto la scadenza per inviare la partecipazione è il17/12/2020.
Nel caso in cui siate interessati, chiediamo gentilmente di essere contattati quanto più a stretto giro.
Per poter supportare chi è interessato siamo in contatto con altri aggregatori per poter raggiungere la soglia dei 50.000 smc/giorno.


 

Richiedi un incontro informativo

Mettiti in contatto con noi, il nostro team
risponderà a tutte le tue domande in brevissimo tempo.