Orari: Lunedì-Venerdì: 8:30 – 17.30
Come si determina il PUN
  • Comunicazioni

Come si determina il PUN

In Italia, il prezzo dell'energia elettrica è determinato attraverso un sistema di mercato libero basato su offerta e domanda. Il mercato dell'energia elettrica è suddiviso in diverse fasi e il prezzo viene determinato in ciascuna di esse. I principali passaggi includono:

  1. Mercato dell'energia elettrica all'ingrosso (MGP - Mercato del Giorno Prima): Qui, i produttori e i consumatori di energia presentano le loro offerte di acquisto o vendita di energia per il giorno successivo. Il prezzo dell'energia viene determinato in base a queste offerte e il risultato è noto come Prezzo Unico Nazionale (PUN). Questo prezzo è valido per tutte le transazioni effettuate durante il giorno successivo.
  2. Mercato infragiornaliero (MI): È un mercato in cui vengono scambiate quantità di energia elettrica in tempo reale per far fronte alle variazioni immediate di domanda e offerta. Anche in questo caso, il prezzo è determinato dalle offerte presentate dai partecipanti.
  3. Mercato del servizio di dispacciamento (MSD): Questo mercato viene utilizzato per gestire le fluttuazioni improvvise nella domanda o nell'offerta di energia elettrica. Viene utilizzato per garantire l'equilibrio tra produzione e consumo in tempo reale.
  4. Contratti bilaterali: Oltre al mercato all'ingrosso, molte transazioni avvengono attraverso contratti bilaterali diretti tra produttori e consumatori (mercato OTC – over the counter). Questi contratti possono avere prezzi diversi rispetto al PUN e sono negoziati tra le parti.

Come funziona il Mercato del Giorno Prima

Il Mercato del Giorno Prima (MGP) è una componente del mercato dell'energia elettrica in Italia, ed è un mercato all'ingrosso che determina il Prezzo Unico Nazionale (PUN) per l'energia elettrica. Ecco come funziona generalmente il MGP:

  1. Presentazione delle offerte: I partecipanti al mercato, che includono produttori di energia e consumatori, presentano le loro offerte di acquisto o vendita di energia per il giorno successivo. Queste offerte indicano la quantità di energia che sono disposti a vendere o acquistare e il prezzo associato.
  2. Accettazione delle offerte: Il Gestore dei Mercati Energetici (GME), l'ente responsabile della gestione del mercato elettrico italiano, accetta le offerte sulla base di un processo di ottimizzazione che tiene conto di fattori come il costo marginale* di produzione, la disponibilità di risorse, la capacità di trasmissione, e altri elementi.
  3. Determinazione del PUN: Una volta che le offerte sono state accettate, il prezzo dell'energia elettrica per il giorno successivo è determinato in base alle offerte più convenienti che soddisfano la domanda prevista. Questo prezzo è noto come Prezzo Unico Nazionale (PUN) ed è espresso in euro per ogni megawattora (€/MWh).
  4. Comunicazione del PUN: Il PUN determinato viene comunicato a tutti i partecipanti al mercato elettrico e diventa il prezzo di riferimento per tutte le transazioni di energia elettrica che avvengono nel giorno successivo.

Il MGP è un elemento chiave del mercato elettrico italiano, e il suo funzionamento mira a garantire un approvvigionamento efficiente di energia elettrica per soddisfare la domanda prevista. L'obiettivo è ottimizzare la produzione e il consumo di energia in modo da mantenere l'equilibrio nel sistema elettrico nazionale.

Complessivamente, il prezzo dell'energia elettrica è influenzato da fattori come la produzione di energia, la disponibilità di risorse energetiche, la domanda, e altri elementi che incidono sul mercato. L'obiettivo del sistema è quello di garantire un approvvigionamento affidabile ed efficiente di energia elettrica per soddisfare la domanda del Paese.

Il meccanismo delle aste marginali

Il meccanismo delle aste marginali è una parte importante dei mercati elettrici, ed è strettamente collegato al concetto di prezzi marginali. In breve, il prezzo marginale rappresenta il costo dell'ultima unità di energia necessaria per soddisfare la domanda in un determinato momento. Le aste marginali vengono utilizzate per determinare quali offerte vengono accettate e quali vengono escluse nei mercati elettrici all'ingrosso.

Ecco come funziona il meccanismo delle aste marginali nei mercati elettrici:

  1. Presentazione delle offerte: I partecipanti al mercato presentano le loro offerte per comprare o vendere energia. Ogni offerta indica la quantità di energia offerta e il prezzo proposto.
  2. Ordinamento delle offerte: Le offerte vengono ordinate in base al prezzo crescente o decrescente, a seconda della struttura del mercato. Le offerte con i prezzi più bassi vengono piazzate nella parte superiore (o inferiore) dell'elenco.
  3. Accettazione delle offerte: Il gestore del mercato (come il Gestore dei Mercati Energetici in Italia) accetta le offerte a partire da quella più bassa e procede verso l'alto fino a quando la domanda prevista è soddisfatta. Questo processo continua fino a raggiungere il punto in cui la domanda è uguale all'offerta, e il prezzo dell'offerta accettata diventa il prezzo marginale per quel periodo.
  4. Aste marginali: L'ultima offerta accettata prima che la domanda sia soddisfatta è nota come l'offerta marginale. Il prezzo associato a questa offerta è il prezzo marginale, e rappresenta il costo dell'ultima unità di energia necessaria per coprire la domanda. Questo prezzo marginale viene esteso a tutte le offerte accettate durante quel periodo e diventa il prezzo di tutte le transazioni di energia in quel momento specifico.

Il meccanismo delle aste marginali assicura che il costo dell'energia rifletta il reale costo di produzione nell'ambiente di mercato e che le risorse più economiche siano sfruttate per prima. Questo processo promuove l'efficienza nell'allocation delle risorse e aiuta a stabilire prezzi competitivi sul mercato elettrico.

Condividi

Una consulenza per creare valore, con esperienza, passione, innovazione.

Un servizio completo per la gestione dell'approvvigionamento energetico delle imprese, una consulenza su misura per avere visione e previsione dei consumi, per aumentare l'efficienza energetica, per gestire rapporti diretti con gestori ed enti istituzionali.

Compila il form per richiedere un incontro senza alcun impegno